Sport all’aria aperta: attenzione agli sforzi eccessivi!

0
103
Jogging

L’estate è ormai alle porte e molti di voi avranno approfittato del ponte del 2 giugno per godersi i primi raggi solari e fare le prime nuotate in mare. Con l’arrivo dell’estate arriva inesorabile anche la fatidica prova costume. Molti aspettano proprio l’inizio della bella stagione per rimettersi in forma e praticare dello sport all’aria aperta. Diversi studi e ricerche hanno dimostrato che svolgere attività fisica all’aperto è assai più benefico che farlo in un luogo chiuso come la palestra: insomma meglio scegliere il parco al tapis roulant! Infatti, l’attività fisica praticata all’esterno dà una maggiore sensazione di benessere ed energia e contribuisce a ridurre sintomi come l’ansia e la depressione. Basterebbe una sola camminata di 30 minuti al giorno per farci sentire subito più euforici e meno stressati. Inoltre il tempo, rispetto alla palestra, vi sembrerà scorrere molto più velocemente e lo sforzo compiuto sembrerà minore e più divertente.

Ciclismo

Tra gli altri benefici ci sarebbe anche un maggior consumo di calorie e grassi. Il nostro corpo infatti si abitua facilmente agli sforzi ripetitivi tipici di attività come tapis roulant, cyclette e così via. Mentre si trova più in difficoltà in caso di sollecitazioni non regolari, come quelle apportate per esempio dalla corsa su un terreno di un parco e questo produrrebbe un consumo maggiore del 5-8 %. Senza dimenticare poi il fattore economico: correre in un parco permette di risparmiare su abbonamenti a palestre e costi di benzina per gli spostamenti. Inoltre chi si esercita all’aria aperta ha molte meno probabilità di incorrere in virus, batteri e funghi. I luoghi chiusi, infatti, molto frequentati e molto riscaldati, sono un focolaio di batteri! E non ultimo, le palestre ci costringono a rispettare determinati orari e giorni; fare esercizio fisico all’aperto invece non ha orari e possiamo decidere quando farlo, a seconda delle nostre esigenze e dei nostri impegni.

Sport all'aria aperta

E’ bene però fare attenzione agli sforzi eccessivi, soprattutto se si arriva da un inverno particolarmente sedentario e non siamo molto allenati. Non dobbiamo infatti pretendere di avere subito risultati miracolosi e immediati: è importante che lo sforzo sia graduale e i progressi arriveranno poco per volta. Bisogna ascoltare il proprio corpo: si corre come ci suggerisce, senza cercare per forza la velocità, con le dovute pause necessarie per riprendere fiato. Soprattutto all’inizio è facile scoraggiarsi: l’importante è iniziare con serenità e determinazione e piano piano vedremo i risultati. E’ importante fare attenzione soprattutto in alcuni casi e problemi specifici, come obesità, patologie cardio-respiratorie importanti, scoliosi o ernia del disco.

Ci sono alcuni consigli che possiamo seguire:
1) quando si inizia a correre, è bene cercare di alternare corsa e camminata, magari facendo 5 minuti di una e 2 minuti dell’altra… i miglioramenti arriveranno presto e si arriverà a correre per mezz’ora di fila senza fermarsi.
2) Non si deve sforzare eccessivamente il corpo: alternare un giorno di corsa e uno di riposo, così da permettere al corpo di riprendersi ed evitare traumi muscolari e articolari. E’ inoltre opportuno, prima dell’allenamento, fare esercizi muscolari e stretching.
3) Scegliere le scarpe giuste: privilegia quelle con la suola ammortizzata, ideali per chi comincia a correre!
4) Evitare di correre sull’asfalto: è molto più duro di un prato e ammortizza meno, le articolazioni potrebbero risentire di queste sollecitazioni.
5) Fare attenzione all’alimentazione: evitare di abbuffarsi prima di fare esercizio fisico e ricordarsi di bere molta acqua.

Polar Frost

In caso di infiammazioni articolari, dolori muscolari, strappi e distorsioni, può essere utile applicare un gel a effetto freddo che sfrutta i benefici della crioterapia o terapia del freddo. Rispetto alle tradizionali buste fredde o al ghiaccio spray, il gel, grazie all’azione del Mentolo, è in grado di abbassare la temperatura della pelle di 5-6° per 2-4 ore, mentre la presenza di Aloe Vera potenzia gli effetti grazie alle sue proprietà antiinfiammatorie e idratanti. Può essere utilizzato sia prima dell’allenamento, per alleviare l’indolenzimento e svolgere un’attività di prevenzione, sia dopo, per ridurre significativamente rigidezza e dolore. Esiste anche una versione in cerotti, pratici da indossare, che permettono di svolgere le normali attività quotidiane e che rilasciano freddo immediato e costante fino a 6 ore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here